Materiale Normativa

REQUISITI ESSENZIALI DELLE FINESTRE

  SISTEMI OSCURANTI: LA MARCATURA CE

 

 

 

 

 

 

ACE o APE? 

Con la Circolare 26/06/2013, n. 12976  Chiarimenti in merito all'applicazione delle disposizioni di cui al decreto legge 4 giugno 2013, n. 63 in materia di attestazione della prestazione energetica", il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato un chiarimento in risposta ai dubbi avanzati in merito alla normativa tecnica da applicare per la redazione del nuovo APE introdotto dal D.L. 63/2013 in sostituzione dell'ACE.
Il senso della circolare di chiarimento è chiaro, ciò che cambia è solo la denominazione dell'ACE in APE, non le procedure tecniche di calcolo nè il format dell'attestato, potrebbe però risultare fuorviante il riferimento al DPR 59/09 anzicchè al DM 26/06/2009, noto come Linee Guida Nazionali alla Certificazione energetica degli edifici che sono ancora in vigore e che costituiscono il riferimento per la redazione dell'ex ACE attuale APE.


Novità dall'ENEA sulle detrazioni

E' on line il sito di trasmissione 2013 che recepisce le nuove disposizioni di cui al D.L. 4 giugno 2013 n°63. Come sappiamo con l'entrata in vigore del D.L. 4 giugno 2013 n°63, l’entità della detrazione fiscale per interventi di efficienza energetica dal 06/06/2013 è del 65% delle spese sostenute. Restano confermati i limiti di detrazione già previsti per i diversi interventi ai sensi dei diversi commi e le procedure da seguire per accedere agli incentivi.
E' stata aggiornata la sezione "Pubblicazioni" con la nuova Guida dell'AdE "Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico", del giugno 2013.
E' stata aggiornata anche la pagina dei "contatti", con le nuove modalità per rivolgere a "Linea Amica" quesiti di carattere generale sulle detrazioni fiscali del 55-65%


ANIT in piazza contro le Vessazioni della Burocrazia

Si è svolta lunedì mattina (8 luglio), in Piazza Affari la "Giornata della Collera, Le Vessazioni" a cui ANIT ha preso parte (insieme ad altre 31 Associazioni del settore). L'evento ha visto la partecipazione del nostro Presidente Ing. Valeria Erba sul palco dei protagonisti che chiedono a questo Governo segnali forti per semplificare la burocrazia e aiutare il settore delle Costruzioni a ripartire.


Efficienza energetica: recepita la Direttiva 31/2010/UE e incentivi al 65%

06/06/2013

Con il Decreto Legge n. 63 del 4 giugno 2013 viene recepita la Direttiva Europea 31/2010/UE (Energy Performance Building Directive) .
Il nuovo Decreto Legge entra in vigore oggi, 6 giugno 2013, ma dovrà essere convertito in Legge entro 60 giorni.
Tale documento è costituito da  22 articoli di cui i primi 13 articoli sono di modifica del DLgs 192, gli articoli 14-15-16 riguardano le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica che vengono innalzate al 65% e prorogate di 6 mesi per il privato e 1 anno per i condomini, e le detrazioni fiscali per la ristrutturazione che vengono prorogate di 6 mesi e estese  all’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto dell’intervento.


UNI EN ISO 9001:2008: La norma specifica i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per un'organizzazione che: a) ha l'esigenza di dimostrare la propria capacità di fornire con regolarità un prodotto che soddisfi i requisiti del cliente e quelli cogenti applicabili; b) desidera accrescere la soddisfazione del cliente tramite l'applicazione efficace del sistema, compresi i processi per migliorare in continuo il sistema ed assicurare la conformità ai requisiti del cliente ed a quelli cogenti applicabili. Tutti i requisiti sono di carattere generale e previsti per essere applicabili a tutte le organizzazioni, indipendentemente da tipo, dimensione e prodotto fornito. La norma può essere utilizzata da parti interne ed esterne all'organizzazione, compresi gli organismi di certificazione, per valutare la capacità dell'organizzazione di soddisfare i requisiti del cliente, i requisiti cogenti applicabili al prodotto ed i requisiti stabiliti dall'organizzazione stessa. Durante l'elaborazione sono stati presi in considerazione i principi di gestione per la qualità riportati nella UNI EN ISO 9000 e nella UNI EN ISO 9004.


UNI EN 1026:2001 e UNI EN 12207:2000: Finestre e porte. Permeabilità all'aria. Metodo di prova e classificazione. La norma descrive il metodo convenzionale che deve essere utilizzato per determinare la permeabilità all’ aria di porte e finestre, realizzate in qualsiasi materiale e completamente assemblate, quando sottoposte a prova sotto pressione positiva o negativa.

Le prestazioni vengono valutate in base a 4 classi dove la 1 è la minima e 4 è la massima.


UNI ENV 1627:2011: Porte pedonali, finestre, facciate continue, inferriate e chiusure oscillanti - Resistenza all'effrazione - Requisiti e classificazione. La norma specifica i requisiti e i sistemi di classificazione per le proprietà della resistenza all'effrazione di porte, di porte pedonali, finestre, facciate continue, inferriate e chiusure oscillanti. Si applica ai tipi di aperture seguenti: a rotazione, basculante, a libro, a rototraslazione, sospese in alto o in basso, scorrevoli (orizzontalmente o verticalmente) e ad avvolgimento, così come strutture fisse.


UNI EN 1027:2001 e 12208:2000: Finestre e porte - Tenuta all’ acqua - Metodo di prova e classificazione. La norma definisce il metodo da usare per determinare la tenuta all’ acqua di porte e finestre di qualsiasi materiale e completamente assemblate; successivamente vengono classificate in base ai risultati ottenuti dalle prove.


UNI 8204:1981: Edilizia. Serramenti esterni. Classificazione in base alle prestazioni acustiche.

La norma fornisce la classificazione dei serramenti esterni in dipendenza di correlazioni tra il sistema ambientale e tecnologico nel campo delle prestazioni acustiche.
I criteri di scelta dei serramenti esterni devono tenere presente la lista di controllo delle prestazioni di cui alla UNI 7519.


 

 

ItalianoInglese
Il Blog
testo dal blog...
Social